In seguito alle Deliberazioni di Giunta regionale n. 33 del 13/1/2021 e n. 189 del 15/2/2021, sono state introdotte delle misure per contrastare l’inquinamento dell’aria nei Comuni della Regione.

La gestione del procedimento passa alla Regione e la competenza non è più comunale.

Si prevede il divieto di abbruciamento dal 1 ottobre al 30 aprile, con due deroghe:

  1. Si può bruciare solo nelle zone non raggiungibili dalla viabilità ordinaria e solo per due giorni da ottobre ad aprile, e solo nella quantità di 3 metri cubi per ettaroprevia comunicazione 48 ore prima da parte del cittadino nei seguenti modi: al numero verde regionale 800841051 o via mail all’indirizzo so.emiliaromagna@vigilfuoco.it.
    Successivamente sarà attivato anche un applicativo web, dal quale anche il Comune potrà vedere le comunicazioni di abbruciamento.
    Questa deroga non è consentita nelle giornate in cui scattano le misure emergenziali di allerta smog, o le misure di divieto per l’allerta incendi.
  2. Si può bruciare nel caso di infestazione delle piante dal Colpo di fuoco batterico (Erwinia amylovora), previa comunicazione del cittadino 3 giorni prima all’indirizzo mail del Servizio fitosanitario regionale omp1@regione.emilia-romagna.it, secondo quanto previsto dalla Determina regionale n. 2575 del 15/2/2021.

Ulteriori dettagli e modulistica sul sito della Regione.