Coronavirus: Dpcm, Ordinanze e informazioni sulla riapertura

 

Aggiornamento del 18 maggio

Quanto previsto dall’ultima Ordinanza regionale si aggiunge alle misure valide nell’intero territorio nazionale contenute nel Dpcm del 17 maggio. Bisognerà continuare a rispettare il distanziamento sociale le regole di prevenzione, igiene e protezione, a partire dall’uso della mascherina, il cui obbligo viene confermato nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto dove non sia possibile mantenere la distanza di almeno un metro.

Da lunedì 18 maggio:

  • Cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale.
  • Possono riaprire: negozi, mercati, bar, ristoranti, parrucchieri, centri estetici, tatuatori, alberghi, strutture ricettive all’aria aperta, solo per citarne alcune. Nel rispetto delle linee guida nazionali, apriranno anche musei, biblioteche, archivi, complessi archeologici e monumentali.
  • Sarà consentito l’accesso alle spiagge libere e agli arenili.

L’autodichiarazione per gli spostamenti (vedi allegato) resta necessaria per muoversi fra una Regione e l’altra, possibilità consentita, così come prima, solo e unicamente per motivi di salute, lavoro, necessità e urgenza. Resta inoltre il divieto di uscire dalla quarantena, così come di spostarsi se positivi al Coronavirus.

Da lunedì 25 maggio potranno riaprire:

  • stabilimenti balneari (anche in questo caso secondo le regole fissate nel protocollo regionale già approvato); palestre, piscine, centri sportivi (anche per allenamenti di squadra); attività corsistiche (dalle lingue straniere alla musica); centri sociali e circoli ricreativi; parchi tematici, di divertimento e luna park. Per tutte queste attività, però, servirà prima l’adozione di uno specifico protocollo regionale, nel rispetto dei principi contenuti nelle linee guida nazionali definite d’intesa fra Governo e Regioni, oltre a rispettare le norme di distanziamento sociale, senza alcun assembramento.

Da mercoledì 20 maggio potranno riaprire le autoscuole.

Da lunedì 8 giugno, sempre previa adozione di uno specifico protocollo regionale, potranno ripartire i centri estivi e per i minori di età superiore a tre anni.

Nota bene

I sindaci disporranno apposite prescrizioni relativamente all’accesso a cimiteri, parchi pubblici, area sgambamento cani e piste ciclo-pedonali.

Per informazioni sulla fase successiva all’emergenza Coronavirus, aggiornamenti sul sito dell’Unione Reno Galliera.

Allegato

Vai ad inizio pagina